IKEA, quando la cultura aziendale diventa strategia di comunicazione

IKEA, quando la cultura aziendale diventa strategia di comunicazione

Con l’articolo abbiamo deciso di iniziare una nuova categoria dedicata all’analisi delle strategie di comunicazioni delle più importanti aziende globali e nazionali, con lo scopo di capire le linee guida che le contraddistinguono, scoprendo i loro punti di forza e gli errori che avrebbero potuto evitare.

Tra le aziende con un forte impatto comunicativo vi è senza dubbio IKEA, che non a caso possiede uno dei brand dall’impatto maggiore, grazie ad una forte reputazione e valori coerenti.

ikea 1

Ciò che contraddistingue IKEA dai suoi competitori è senza dubbio aver saputo proporre una struttura narrativa ben strutturata dietro ad ogni scelta strategica, rendendo i suoi clienti costantemente informati e coscienti di quello che l’azienda rappresenta.

Il punto di forza del colosso svedese è stato il saper sviluppare la strategia di comunicazione sui propri valori interni, come la cultura aziendale, proponendoli come un valore aggiunto ai suoi prodotti. In altre parole, IKEA ha sfruttato le aspettative dei clienti sulle dinamiche di sostenibilità, così da trasformare in positivo uno dei suoi maggiori punti deboli, ovvero il prezzo basso dei prodotti, che avrebbe potuto pregiudicare la percezione della loro qualità.

Secondo il nostro punto di vista, IKEA ha strutturato la propria strategia di comunicazione secondo tre punti focali: Design Democratico, IKEA Family e Brand Experience. Vediamoli insieme nel dettaglio.

Design Democratico

Design democratico di IKEA

IKEA descrive la sua visione aziendale con il termine ‘Design Democratico’, una correlazione di qualità, forma, sostenibilità e prezzo medio-basso. L’azienda svedese utilizza questo approccio non solo per sottolineare il suo punto forte, la sostenibilità, ma lo sfrutta per ridurre lo scetticismo dei consumatori rispetto alla qualità dei suoi prodotti, considerati meno pregiati e duraturi comparati a quelli dei competitori. Seguendo questa linea, IKEA è riuscita a contrastare anche l’ostacolo maggiore legato all’acquisto dei loro prodotti, ovvero il dover montare i mobili da soli e senza nessun trasporto (diminuendo l’inquinamento automobilistico), rendendolo qualcosa di cui la compagnia potesse andarne fiera.

ikea 2

IKEA Family

Un altro punto che contraddistingue IKEA dalla concorrenza è l’associare in maniera diretta il brand non solo allo stereotipo della ‘famiglia tradizionale’ ma soprattutto al nuovo tipo di famiglia, come quelle gay, attirando l’attenzione di un pubblico eterogeneo e di diverse fasce d’età, riuscendo così ad instaurare un forte legame emotivo.

IKEA family

Va però sottolineato che la compagnia usa questo tipo di comunicazione solo in una specifica area territoriale, infatti se si analizza la strategia di comunicazione di alcuni paesi, come l’Egitto, IKEA punta solo sul classico tipo di famiglia stereotipata, non rischiando di contrastare le idee culturali di una nazione ma allo stesso tempo, andando contro l’idea di inclusione che la compagnia ama professare.

Brand Experience

Brand experience IKEA

Ciò che traspare analizzando i diversi canali di comunicazione di IKEA è l’aver trasformato il momento dell’acquisto in una vera e propria brand experience. Improntando la propria visione su quella dello stile di vita svedese, dove l’innovazione incontra la sostenibilità e l’apertura verso altre culture, sottolineato anche nella scelta del logo, con l’uso dei colori giallo e blu che ricordano la bandiera svedese. Un aspetto che si può notare anche osservando le immagini proposte, moderne, semplici e con un forte contrasto in termini di colori, che le rendono facilmente riconoscibili dal pubblico.

ikea 6.jpg

In conclusione, IKEA sembra aver raggiunto una grande consapevolezza dei suoi punti deboli riuscendo a trasformarli in un vantaggio competitivo. In oltre, la compagnia sembra aver impostato al meglio la propria strategia narrativa, grazie ad un uso diversificato dei canali di comunicazione. D’altro canto, secondo la nostra opinione, l’azienda dovrebbe sia essere più coerente nell’ambito di IKEA family e sia aumentare l’interazione con i suoi stakeholders attraverso i social media, invogliandoli in un dialogo maggiore.

Se ti è piaciuto condividi l’articolo 🙂

Lascia un commento

Chiudi il menu